Consiglio Pastorale 
 CONSIGLIO  PASTORALE  PARROCCHIALE 

DI  S. TERESA DI G.B. -  RIUNIONE ORDINARIA DEL 13.09.01 -  

 

Da martedì scorso il mondo è cambiato, non è e non sarà più lo stesso! L’America è stato il teatro, il campo di battaglia, di una immane tragedia. Il nostro cordoglio e la nostra solidarietà va alle innocenti vittime di tanta barbarie. Tutti noi però  dobbiamo sentirci personalmente colpiti!

Gli Stati Uniti  non sono in guerra, nemmeno noi europei siamo in guerra! Ma questa è peggio che una guerra! siamo tutti, noi e gli Statunitensi, sottoposti ad un attacco di terroristi scatenati e furibondi, di una ferocia e di un cinismo inauditi!

Con questa drammatica iniziativa i terroristi, e le menti perverse che li hanno guidati, non hanno certo voluto o pensato di indebolire la potenza militare degli USA! Sarebbe follia solo pensarlo! Questo i terroristi lo sapevano bene! La potenza militare dell’America resta tale e quale!

Quali quindi gli scopi di questa azione?

Noi non siamo dentro alle menti, contorte e diabolicamente lucide di quei manovratori; non sappiamo nemmeno da che parte vengono e cosa vogliono, ma guardando dal di  fuori, ci rendiamo conto che, al di la delle loro personali  intenzioni, essi hanno colpito un VALORE!

Ci sono uomini di buona volontà, nel mondo, che credono che la POLITICA debba essere guidata dall’ETICA, e dai suoi principi fondamentali che sono: la DEMOCRAZIA, la SOLIDARIETA’,  la COLLABORAZIONE , il DIALOGO, la LIBERTA’, la PACE, la GIUSTIZIA.

SIAMO PIU’ CHE MAI CONVINTO CHE QUESTI VALORI DELL’ETICA, ORA CITATI E LA POLITICA CHE DA ESSI NE DOVREBBE DERIVARE, SONO CERTAMENTE E ASSOLUTAMENTE  EVANGELICI!

Ma altri uomini credono purtroppo che la POLITICA debba essere guidata dalla FORZA, in tutte le sue espressioni: MILITARE, POTERE DIDATTORIALE, TERRORISTICO,  IDEOLOGIE RELIGIOSE (purtroppo), o addirittura dalla forza del DENARO( della parte più perversa della Grande Finanza), che dalla PACE mondiale nulla pensano  di poter guadagnare!

Comunque sia chi ha compiuto questo gesto ha reso più difficile che mai il dialogo fra le GENTI, ed  ha tentato di allontanare le prospettive di  pace nel mondo!

AI politici di buona volontà  desideriamo indicare un compito grande, li invitiamo a trovare non tanto il coraggio militare(quello è necessario, ma facile da trovare), quanto piuttosto il CORAGGIO POLITICO di affrontare il problema  alla radice, cioè: - Impegnarsi per risolvere le molte e drammatiche situazioni mondiali, incancrenite da decenni, dove la assoluta mancanza di SPERANZA e di PROSPETTIVE di una qualsiasi dignità umana permette ai terroristi:

a)- di farsi immeritati paladini dei poveri e dei diseredati(quelle povertà non turbano i loro sonni);

b)- e, quel che è peggio, permette loro di trovare non solo un facile terreno di consensi, ma addirittura  il reclutamento di disperati che evidentemente non hanno nulla da chiedere a quella loro esistenza così drammatica:  non speranze, non desideri, non attese di una vita veramente umana!

-  In quelle sacche di dolore anche la morte può apparire più accettabile di una vita così tragicamente senza prospettive!

Sappiamo tutti, che fare questa politica, percorrere questa strada, vorrà dire pagare anche noi di persona, magari con sacrifici individuali, magari con una qualche revisioni del nostro stile di vita. Ci dichiariamo disposti ad essere al fianco di coloro che si impegneranno su questa via , per sostenerli, sempre ed in ogni frangente, perché agiscano  per la PACE e la GIUSTIZIA nel mondo.