... secondo me ...  
In queste pagine vogliamo dare spazio alle Vostre opinioni, idee, problemi, suggerimenti ed a quant'altro si manifesterà cammin facendo.

E' possibile intervenire via e-mail, per posta o lasciando un messaggio in Parrocchia; firmandosi o anche in forma anonima. Dopo sessanta giorni di assenza di nuovi contributi i singoli argomenti saranno rimossi.

 
da Gian Paolo (gpl43@libero.it); 20/11/2010

 

"DON CAMILLO" e la CHIESA

Il sacerdote è, in molte religioni, un individuo che funge da mediatore, spesso in base ad una particolare consacrazione, tra i fedeli e la (o le) divinità.- Il sacerdote è un uomo che in virtù del suo ufficio e nell'ambitodi una tradizione religiosa è "Santo", cioè particolarmente dedicato alla divinità: egli ha la "conoscenza" di Dio, della cui volontà è interprete ed ha spesso, ma non necessariamente una parte importante nel culto.- Oggi giorno, molte persone che incontro si lamentano dei loro preti "i don Camillo" mitico prete nei film "Don Camillo e Peppone".- Tutti noi, crdo, abbiamo dei santi preti, e, dei preti incoerenti.- Le soluzioni non sono facili, il desiderio di una profonda riforma all'interno della chiesa, non a partire dai preti, ma, da tutti noi.-Oggi, il ruolodel "don Camillo" è in profonda crisi,Frà ciò che gli si chiede (funzionario e  apostolo,dinamico, celibe e attento alla famiglia.....)ovviamente la misura del suo limite, in un mondo troppo complesso per essere affrontato con i soliti schemi.- Il rischio è di aspettarsi troppo da lui o che lui si aspetti troppo da noi.- Occorre proporre ad un rapporto di chiesa fatto di ascolto e di consapevolezza del proprio limite; da parte dei preti e da parte dei fedeli.-Quella chiesa sognata da Cristo e riproposta dal Concilio è ancora molto da costruire (solo Dio può aiutarci a costruire una chiesa in cui i preti facciano i preti e (non i don Camillo), spezzando la Parola e il Pane, e i laici..., i laici e (non i Pepponi) portando il Vangelo nel mondo, in prima linea, tutti fratelli e (non il detto....fatelli si ma non nella mia pentola)...senza prevaricazioni nella consapevolezza del proprio carisma e del proprio ministero.-              
"LO SAPEVATE....??"
Nel Nuovo Testamento- ogni sacerdozio particolare è abolito, in quanto Gesù Cristo è il Sommo Sacerdote Eterno", secondo l'ordine di Melchisedec, cfr. Ebrei 5:6 e cap. 7-8,10:21.- Nei Vangeli troviamo la parola sacerdote riferendosi unicamente ai sacerdoti del popolo ebraico.- I collaboratori che Cristo si è scelto sono chiamati apostoli (inviati) o discepoli.-- Una vostra opinione...
     scrivici la tua idea:
 (indietro)